Esplora

    Mulino Bruni

  • Il Mulino Bruni è un vecchio mulino risalente ai primi del 1800 che oggi ospita un'area attrezzata per pic nic e grigliate.

    La storia del suo recupero inizia quando nei primi anni del '900, rimase fermo per mancanza di manutenzione. Nel 1928, fu acquistato e ristrutturato da Francesco Bruni che, al ritorno dagli Stati Uniti d'America, vi impiegò tutti i suoi guadagni e i risparmi della moglie, una somma che all’epoca ammontava a circa 22.000 lire.

    Il mulino rappresenta quindi la storia di una famiglia ma è anche la storia di un'epoca che conserva, ancora oggi, valori e tradizioni, dentro ambienti di vita che sembrano essere sfuggiti alle metamorfosi dei tempi.

    Da quando il mulino è stato ristrutturato, entrando a Miglierina è come se ci si ritrovasse all’improvviso in un vecchio film, come leggere la trama di un'opera estranea ai grandi poeti della letteratura e scritta invece da piccoli uomini, che racconta vita con parole semplici che però riescono a far percepire, con le sfumature più impensabili, quelle stesse fatiche che hanno visto crescere il popolo di questo magnifico paesello dell'entroterra.

    Il mulino ad acqua "Bruni" non è infatti solo un suggestivo mulino ristrutturato, ma è soprattutto un ritratto di vita familiare e sociale rubato al treno del progresso che corre veloce, spesso facendo macerie del proprio passato.

    Qui si raccontano, non a parole ma vestendo gli stessi abiti vecchi di un secolo, sentimenti, fatiche, realtà. Il mulino racconta un passato che è artista delle rughe scalfite sui visi dei nonni miglierinesi e non solo, perché gli abitanti di molti paesi vicini se ne sono serviti, facendolo diventare un punto di riferimento per coloro che, in un periodo in cui si soffriva la fame, portavano a macinare il proprio raccolto di grano che, seppure misero, consentiva di avere qualcosa da mangiare.
    Si racconta che Francesco Bruni, uomo di disinteressato altruismo, accoglieva quanti, soprattutto donne, si recavano a macinare, mettendo a bollire fagioli e marroni offrendoli come ristoro per placare i morsi della fame nascosti sotto la grande dignità di queste persone fiere di assumersi le dure responsabilità della vita.

    Ecco perché oggi, con il restauro, dopo un lungo silenzio, è come se il regista, fermatosi tanto tempo fa, avesse ricominciato a girare la sua pellicola: i ricordi possono finalmente tornare al tempo in cui un corso d'acqua, i luoghi e l’ingegno degli uomini avevano un valore inestimabile, infrangendo, anche se per un momento, l'inesorabile legge del tempo.

  • Compila il form sottostante per ricevere informazioni.






       Desidero ricevere informazioni tramite posta elettronica sulle novitÓ e sulle offerte della Miglierina ComunitÓ Ospitale
       Acconsento al trattamento dei miei dati personali ai sensi della legge 196/2003 e seguenti modifiche*